Scuola dell'infanzia Cardarelli Castelnovo

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 

Un po' di storia....


La scuola materna a Castelnovo iniziò nel 1930 in una casa situata in via Croce, grazie all'opera di due persone, le signorine Marchioro, che la  gestirono  per alcuni anni da sole. Quando una delle due entrò a far parte del Convento delle suore Campostrini, la Superiora Generale mandò a prestare servizio una suora che faceva parte della comunità religiosa del paese.


PROSSIMI 
EVENTI


- FESTA DEI NONNI

LUNEDI'
2 OTTOBRE
2017


- ASSEMBLEA GENERALE

GIOVEDI'
4 OTTOBRE
2017

ORE: 20:30
in sala parrocchiale

Dopo il  ritiro dalla scuola anche della seconda signorina Marchioro, all'inizio del 1943, la scuola fu trasferita nella villa Bertolini, chiedendo in affitto i locali del piano terra. Nel 1954 la villa con il suo splendido parco, fu donata alla parrocchia San Vitale di Castelnovo e divenne la sede definitiva della scuola materna che dal suo donatore Romualdo Cardarelli prese il nome.
Nell'anno scolastico 2000-2001 è stata riconosciuta la parità scolastica con decreto ministeriale 488/5635 del 28/02/2001.  
Il numero dei bambini andò aumentando gradualmente negli anni, arrivando al numero di 7 sezioni con la presenza di 170 alunni. La prospettiva di un aumento della popolazione, considerata l'espansione continua del paese, ha posto il problema di un ampliamento della scuola per offrire uno spazio sempre più adeguato  ai bisogni dei bambini e delle famiglie della comunità. A questo scopo è stata acquistata nel  2010 la casa adiacente che consente la costruzione di nuove aule per la scuola materna e la futura realizzazione di un Nido Integrato.



La nostra Scuola, che si impegna a educare e istruire in un clima sereno e motivante, si ispira ai seguenti valori e idee:

  • attenzione alla persona - alunno nella sua complessità (aspetto emotivo, affettivo, valoriale, morale ed etico).

  • promozione dello star bene a scuola per favorire una esperienza scolastica serena, stimolante e utile;

  • attenzione alle problematiche della crescita e prevenzione dei disagi scolastici, familiari e sociali del bambino.

  • rispetto delle competenze individuali, opportunità di sviluppo ed espressione per le diverse forme di intelligenza.

  • continuità tra ordini di scuola: nido, primaria.

  • educazione alla prosocialità e attenzione alla relazione positiva tra tutte le persone coinvolte nella scuola.

  • scuola capace di profonda collaborazione con le famiglie e con le altre agenzie educative del territorio.

  • educazione emotivo-relazionale. Promozione dell'autostima e del rispetto degli altri.

  • scuola viva, integrata nel territorio e con le diverse culture, che promuove collaborazione attiva con gli enti locali.

  • accoglienza, inserimento e integrazione degli alunni disabili nell'ottica della valorizzazione della diversità come risorsa.

  • inserimento e integrazione degli alunni immigrati nell'ottica della valorizzazione della diversità come risorsa.

  • attenzione alla società in evoluzione, ai cambiamenti.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu